Tribuna e Gazzettino

Stampa_Press.html
 


La Tribuna di Treviso



Un libro all’opera: Carmen da Mérimée a Bizet

Sei voci, un pianoforte e i quadri di Zampieri raccontano come un capolavoro letterario diventa musica


di Valentina Calzavara


Musica, innovazione e tradizione, venerdì 18 novembre alle 20.45 al teatro Binotto di Villa Correr Pisani. L'associazione «Musicaemozioni» porta sul palco un grande spettacolo, la fascinosa e civettuola «Carmen» di Bizet. Indiscusso capolavoro letterario prima e teatrale poi, l'opera sarà proposta con una nuova veste, tracciando una sorta di biografia della «Carmen» che indagherà gli scritti di Mérimée e le musiche di Bizet; intento che si rispecchia fedelmente nella suddivisione in due atti dello spettacolo.

«Un libro all'opera» questo il titolo che campeggia nella prima parte del libretto teatrale; si alzerà quindi il sipario sfogliando le pagine della novella di Prosper Mérimée, pubblicata nel 1845 da cui è stata tratta l'omonima opera in quattro atti. Scrittore, storico e archeologo francese, a Mérimée è attribuita la paternità della «Carmen», personaggio passionario e protagonista di una vicenda di amore e morte.

A seguire, il coinvolgente accompagnamento musicale sugli spartiti di George Bizet che nel 1875 rielaborò la vicenda, ne rivide la tramaper riadattarla al palcoscenico parigino. La storia, incentrata sulla terza parte del romanzo di Mérimée, è ambientata in Spagna, a Siviglia e sui vicini monti, riprodotti per l'occasione di Villa Pisanicon le suggestive proiezioni dei quadri di Silvio Zampieri, maestro chiarista. Tra la caserma, la piazza del mercato e la manifattura dei tabacchi, si muovono vivaci i personaggi, dal brigadiere Don Josè, interpretato dal tenore Gianpaolo Lescovelli alla sua fidanzata Micaela, ovvero Francesca Moretti, soprano. A rubare la scena, nonchè il cuore e il senno del fascinoso brigadiere, sarà inevitabilmente la bella Carmen, con la voce da mezzosoprano di Lorena Santangelo. Sigaraia gitana, vivace e passionaria Carmen non si curerà dei mille corteggiatori , dopo essersi invaghita di Don José. A completare il triangolo amoroso, si aggiungerà poi il baritono Gianluca Tumino, nei panni di Escamillo, il toreador che diventerà la nuova fiamma di Carmen, suscitando la cieca gelosia di Don José con un finale in cui la passione sconfinerà in tragedia.

Una storia bellissima e coinvolgente, resa immortale dalla musica di Bizet ricca di colore e folklore, come testimoniano le danze popolari che ben evidenziano il festoso ardore gitano contrapponendolo all'avvicinarsi incalzante del drammatico epilogo. A guidare il pubblico nell'opera sarà inoltre la voce narrante di Agnese Ermacora. Al pianoforte il maestro Alessandro Pierfederici, i costumi sono firmati da Lucia Mazzaria. Biglietto d’ingresso 10,00 euro , soci di Musicaemozioni ridotto 8,00 euro. Informaziojni e prevendite tel. 0422.210265; info@musicaemozioni.it;